A nove mesi dall’uscita dell’album “Status” di cui fa parte e a poche settimane dall’uscita in radio, il singolo “Senza un posto nel mondo” di Marracash cantato con Tiziano Ferro, è  diventato un video.

Dopo “Status”, “Bruce Willis”, “In Radio”, “A volte esagero”, “Sushi e Cocaina” e “Vita da star RMX”, Fabio a pubblicato il video del settimo estratto dal suo ultimo disco, cantato in coppia con il Tiziano “Nazionale”.

Due artisti genericamente agli antipodi, un featuring all’apparenza strano, ma in realtà ben riuscito.

Infatti, nel brano, la durezza e la schiettezza della scrittura del rapper di origini siciliane, sono perfettamente controbilanciate dalla poesia e la musicalità del cantatutore romano.

“Senza Un Posto Nel Mondo” è un brano denso, triste, sincero e coinvolgente realizzato con la preziosa collaborazione di Tiziano Ferro, chiamato da Marracash proprio perché visti i suoi trascorsi nel panorama dell’Hip Hop, era l’unico in grado di produrre un ritornello “killer” per questa rap ballad.

Marracash feat. Tiziano Ferro – “Senza un posto nel mondo” – Testo (Lyrics)

Odio questa città
sappiamo che la vera vita è altrove
Tu fai progetti ne hai una lista
Poi la vita fa quello che vuole
C’è qualcosa che non va in me
È proprio come fossi due persone
E ognuno odia l’altro suo se
Ma hanno in comune soltanto il dottore

Cose noiose ti scoccia che te ne parlo
Vorresti essere a un tavolo con la boccia nel ghiaccio
Tutti fanno Jersey Shore tutti così estroversi
Poi dove conta più esserci, che divertirsi tanto

Cercando un punto fermo
Qualcosa che sia per sempre
Siamo pieni di tutto però non lasciamo niente
Non sarei così noioso se non mi sentissi così solo
che ci faccio qui cosa c’entro con loro

Mi chiamano lacrima per ciò che ho insegnato
Mi chiamano fuoco per il vuoto che ho lasciato
Perché amo amo amo
Perché odio odio odio
Perché dedico alla vita solo il meglio di me

Balliamo intorno alle bugie
viviamo tra le rovine
passiamo vite
sperando il meglio debba ancora avvenire
insostenibile pesantezza dell’apparire
Materialismo, nel rap ne siamo le cheerleader
Dai dimmi ancora che sono pesante
Quando inizio con sti discorsi che chi se ne sbatte
Da dove vengo è più importante saper incassare che darle
Io preferisco incassare ed andarmene

In mente ho certi personaggi
Esseri umani marci
Dio lo preferisco quando fa i paesaggi
Dentro lucide macchine
Queste luci dei palchi
che fanno splendere me
ma mettono in ombra gli altri

Asseconda i tuoi amici vedi dove ti porta
Io già vedo che fingi che ti accontenti per forza
Non sarei così noioso se non mi sentissi così solo
che ci faccio qui cosa c’entro con loro

Mi chiamano lacrima per ciò che ho insegnato
Mi chiamano fuoco per il vuoto che ho lasciato
Perché amo amo amo
Perché odio odio odio
Perché dedico alla vita solo il meglio di me

Non c’è vita dopo la morte
ma a volte nemmeno prima
Fortuna che c’ho ancora l’ironia, Mina
Cos’è questa noia guardaci siamo tristi
Tu che fai una foto che testimonia che esisti
Questo Range Sport ci pesa più stare in fila
Tu sull’iPhone china presa da chi c’è in linea
E la vista mi sembra nuova ora che sono in cima
Ora che non si muore più di fame ma d’invidia

Chi la convivenza, la convenienza
però si inizia sempre con e si finisce senza
Restare grigio in auto qui o una nuova partenza
Ho avuto già due vite ora ne inizio una terza

Sono stanco di parlare di com’è, com’è con te
Vorrei parlare di come potrebbe essere
Non essere noioso, non sentirmi più solo
Stare bene così senza un posto nel mondo

Mi chiamano lacrima per ciò che ho insegnato
Mi chiamano fuoco per il vuoto che ho lasciato
Perché io amo amo amo
Perché io odio odio odio
Perché dedico alla vita solo il meglio di me.

La pagella di Tony Musicali:

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.

Translate »