E’ uscito venerdì 18 novembre “Hardwired … To Self-Destruct”, il nuovo ed attesissimo album dei Metallica.

A otto anni dall’ultimo multiplatino “Death Magnetic”, la band californiana ritorna alla grande sulla scena musicale con un lavoro in studio formato da dodici brani divisi su due dischi  (tre nella versione Deluxe con un bonus cd contenente i riff che hanno originato il disco).

L’album si presenta soprattutto nella prima parte, con una varietà stilistica che mantiene sempre alta la tensione. Particolari attenzioni si sono avute per le sonorità britanniche del Metal classico anni 80, mentre nel secondo disco si ritorna alle atmosfere sonore degli anni 70.

Come sempre a capo della band c’è il frontman James Hetfield, ancora in grado di tirare fuori una voce unica dal timbro graffiante e all’occorrenza anche melodico. Il tutto mentre le sue dita suonano riff veloci e taglienti: una delle migliori chitarre ritmiche in circolazione.

“Hardwired … To Self-Destruct” non ha deluso le aspettitive dei fan, un album che raccoglie dodici pezzi godibili e ben fatti come i migliori Metallica sanno fare.

“Hardwired … To Self-Destruct” – TrackList e Cover

#Disco 1

  1. Hardwired – (03:09)
  2. Atlas, Rise! – (06:28)
  3. Now That We’re Dead – (06:59)
  4. Moth Into Flame – (05:50)
  5. Am I Savage? – (06:29)
  6. Halo on Fire – (08:15)

#Disco2

  1. Confusion – (06:41)
  2. Dream No More – (06:55)
  3. ManUNkind – (07:17)
  4. Here Comes Revenge – (06:29)
  5. Murder One – (05:45)
  6. Spit Out the Bone – (07:09)

Hardwired_To_Self_Destruct_M_2016_Cover_Album_SaM

ALL VIDEOS

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »