LowLow ha pubbicato in rete lo street video del suo nuovo singolo “Sfoghi Di Una Vita Complicata 4”.

Si tratta del quarto capitolo di una serie autobiografica che comprende altri tre* pezzi precedenti al suo esordio discografico con la Sugar Music e che Giulio ha presentato così sul suo profilo instagram:

«La serie “Sfoghi di una Vita Complicata” racconta la mia crescita negli anni. Ho scritto la prima quando andavo ancora a scuola, ma nella mia testa il rap era gia un lavoro, l’unico possibile.

Nella seconda ero un rapper a tutti gli effetti, ma avevo ancora la testa e le insicurezze di un adolescente nascoste dietro la mia arroganza. La terza celebrava la fine di un momento cupo e l’inizio di un turbinio di sfide, notti insonni, deliri di onnipotenza e crisi di depressione, che altro non è che scoprire la fama. La quattro invece … beh, sentirete».

Questo quarto capitolo quindi, è il ritratto odierno della sua vita trascorsa fra Roma e Milano, dove Giulio è riuscito a realizzare il suo sogno di vivere di Rap e lo fa con una raffica di barre, con il suo stile unico e diretto, capace di raccontare il disagio più intimo.

«La quarta racconta di Ora – spiega l’artista – Racconta di un ragazzo che voleva diventare il più bravo a fare le rime ci è riuscito e ha scoperto che il viaggio è molto più grande, e ora è da solo, da qualche parte fra il ce l’ho e lo voglio. Un’ ambizione maggiore è quello che mi differenzia da tutti a volte pesa come il cielo ma lo studio di registrazione è diventata la mia safe zone. Non c è pressione che mi possa turbare quando sono al microfono, sono un assassino, miglioro ogni giorno. Dovevi provarci ieri o l’ altro ieri. Grazie Fish per questo beat devastante».

“Sfoghi Di Una Vita Complicata 4” prodotta da Big Fish sarà contenuta nel nuovo album del rapper romano, in uscita il prossimo giugno.

Il video che accompagna il brano invece, porta la fira di Trilathera e conferma ancora una volta l’attrazione di LowLow per il cinema e il pulp stile Tarantino.

Nella clip infatti si vede Giulio in sala di registrazione che, dopo aver cantato il suo nuovo brano, esce dallo studio e va via con le mani insaguinate lasciando dietro di sé i corpi senza vita dei suoi collaboratori, discografici e produttori.

“Sfoghi Di Una Vita Complicata 4” – Testo (Lyrics)

È buffo, perché tanti mi conoscono
Ma non sanno niente di me, ye

A volte mi sveglio col massimo impegno
Per stare bene e poi fallisco con sdegno
Così mi intestardisco, penso a Cristo e bestemmio
Come nella parte 1, quando ero cicciottello
Mi rendo conto ch’io adesso sto meglio
Se rimpiangi la scuola è perché ora sei un fallimento
Però alimento il lato tetro che ho dentro
Non ho sentimenti, al massimo un presentimento
Ora vai, nuova casa, new life
Prima abitavo in colonne, sabato è mai dire mai
Ora ho una casa stupenda, un bagno di marmo
Un amico immaginario che ha fatto la guerra in Vietnam
A Roma le persone fingono che non esisti
Devi fare il circo Barnum coi fottuti trapezisti
A Milano, invece, sono tutti protagonisti
Non do soldi a nessuno, non sono Lucio Battisti
Non sono ciò che credi, vedi, io non frequento artisti
Il bagno chiuso, poi i vetri, i vicini ad insospettirsi
Bussavano alle pareti, no, no, non riuscivo a entrare
Per me dovevi crepare, io avevo altro da fare

Ye, ye, ye
Okay mi piace, mi piace
Ye
Ma ho qualcos’altro da dire
Qualcosa tipo, mh…

Sono sempre più vuoto, mi sento sempre più solo
Ragazze ipocrite le odio, sembrate comiche, proprio
Se pensate che sono cambiato è proprio divertente
Vi assicuro che pure il successo è proprio deludente
Vi giuro che continuo a vivere come un pezzente
Ma compro tanti vestiti, mi tiene vuota la mente
L’amore per me è come Babbo Natale, le renne
Sposati una cavalla dopata come Varenne
E muori nel totale disinteresse perenne
Ti innamori di una troia, primo lavoro call-center
Costa quaranta euro, niente per un quarantenne
Poi te la porti a casa e ti accorgi che è un transgender
Ora scalo la vetta, ho una vita maledetta
Ho distrutto tanti cristiani e vogliono vendetta
Come in Peaky Blinders, la famiglia Changretta
Metterò una bomba al tuo concerto al Quirinetta
Ucciderò ogni singolo uomo che hai di vedetta
Ogni singola chiusura che mi esce fuori perfetta
Fate nuova musica vecchia, Regina Elisabetta
La vostra Legacy è una barzelletta

Ma insomma?
Mi hanno detto che, che ti vesti bene, che sei un elegante
Che fai la bella vita
Ma a vederti, non ti vesti bene come me.


* – Note:

“Sfoghi Di Una Vita Complicata 3”Metriche Vol.2 (2015)

“Sfoghi Di Una Vita Complicata 2” – (2013)

“Sfoghi Di Una Vita Complicata”Metriche Vol.1 (2011)

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Translate »