E’ Einar con il brano “Centomila Volte” il vincitore della prima serata di “Sanremo Giovani 2018”. Con questa vittoria, l’artista oroginario di Santiago De Cuba accede di diritto al Festival di Sanremo 2019 che si terrà a febbraio.

Le canzoni sono state votate dalla Commissione Musicale guidata da Claudio Baglioni (peso percentuale del 40%), dalla giuria degli esperti (Giuria Televisiva) presieduta da Luca Barbarossa e composta assieme a lui da Fiorella Mannoia, Annalisa, Luca Bizzarri e Paolo Kessisoglu (30%), e ovviamente dal pubblico tramite il televoto (30%).

Sul podio anche Federica Abbate, alla quale è stato assegnato il Premio della Critica (assegnato dai giornalisti presenti al Teatro del Casinò) e i Deschema, seguiti da Andrea Biagioni, Giulia Mutti, Ros, Marte Marasco, Fosco17, Wepro, Fedrix&Flow, Diego Conti e Symo.

Durante la prima serata trasmessa su Rai 1 e presentata dalla coppia Pippo Baudo e Fabio Rovazzi, sono stati annunciati anche i primi 11 dei 22 Campioni che prenderanno parte alla 69ᵃ Edizione del Festival della Canzone Italiana di Sanremo.

Questi i nomi degli artisti e i titoli dei loro brani (in ordine di sorteggio):

Paola Turci – L’ultimo ostacolo
Simone Cristicchi – Abbi cura di me
Zen Circus – L’amore è una dittatura
Anna Tatangelo – Le nostre anime di notte
Loredana Bertè – Cosa ti aspetti da me
Irama – La ragazza con il cuore di latta
Ultimo – I tuoi particolari
Nek – Mi farò trovare pronto
Motta – Dov’è l’Italia
Il Volo – Musica che resta
Ghemon – Rose viola
Einar – Parole nuove

“Centomila Volte” – Testo (Lyrics) e Video Ufficiale

Giuro non mi sentirai
sarò lontano dal tuo mondo
come un satellite dimenticato nello spazio
ti guarderò come si guardano le stelle a San Lorenzo
ma Dio quant’era bello
quando cadevi sul mio letto
pensarti in quei secondi che passavano in silenzio
quanto ti ho amata lo so potevo dirtelo
me lo ripeto spesso.

Centomila volte ti ho rivista in un replay
in un film che dentro gli occhi mi ricorda un po’ di noi
ma l’amore che mi hai dato
per cercare di salvarmi
dopo i titoli di coda
quando era troppo tardi.

E non si riesce mai a difendersi dal tempo
come le foglie cadono e si perdono nel vento
siamo ricordi che si cercano in eterno
e Dio quant’era bello
trovarsi nello stesso letto
c’è ancora il tuo profumo nel mio appartamento
quanto ti ho amata lo so volevo dirtelo
me lo ripeto ancora adesso.

Centomila volte ti ho rivista in un replay
in un film che dentro gli occhi mi ricorda un po’ di noi
ma l’amore che mi hai dato
per cercare di salvarmi
dopo i titoli di coda
quando era troppo tardi.

Centomila volte ho ceduto alle paure
all’eterna dipendenza di legarmi a un altro cuore
tornerei tra le tue braccia
anche solo per un giorno
Ti direi quanto mi manca
aspettare il tuo ritorno.

Aspettare il tuo ritorno.

Centomila volte ho ceduto alle paure
all’eterna dipendenza di legarmi a un altro cuore
tornerei tra le tue braccia
anche solo per un giorno
Ti direi quanto mi manca
aspettare il tuo ritorno.

Testo: Antonio Maiello, Ivan Bentivoglio – Musica: Antonio Maiello, Ivan Bentivoglio, Enrico Palmosi

Video diretto da Michele Ciardulli per Noura/Silver Productions

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »