RECENSIONE

«“Personale” è una modesta raccolta di storie raccontate attraverso l’obiettivo di una macchina fotografica e di storie interpretate attraverso la musica, grazie quindi ai soggetti che ho ritratto negli scattie grazie agli autori tutti, ai musicisti tutti e a chi mi ha affiancato nella realizzazione di questo progetto».

Queste le parole con cui Fiorella Mannoia ha presentato il suo nuovo album “Personale”, rilasciato venerdì 29 marzo.

Appassionatasi da poco alla Fotografia, Fiorella ha voluto abbinare a ogni brano di questo disco uno scatto realizzato nel corso dei suoi viaggi,  di incontri, di momenti imprevedibili – « … Perché le fotografie raccontano prima di tutto delle storie, esattamente come le canzoni».

E tredici sono le canzoni e le storie che l’artista, con il cuore, la tecnica interpretativa e l’esperienza che la contraddistinguono, racconta in questo suo ultimo lavoro.

Si parte con “Il Peso Del Coraggio” (Amara, Marialuisa De Prisco), la presa di coscienza e la consapevolezza che ognuno nella vita deve sopportare il peso delle proprie scelte.

“Il Peso Del Coraggio” è stato il brano di lancio e il primo singolo estratto da “Personale”. Ad accompagnarlo c’è anche il video ufficiale diretto da Gaetano Morbioli.

Segue il pezzo “Imparare Ad Essere Una Donna” (Federica Abbate, Cheope, Fiorella Mannoia) con appunto le riflessioni di una donna che non smette mai di imparare il mestiere della vita, affrontandola senza mai risparmiarsi.

Il giovane Daniele Magro è l’autore di “Riparare”, brano in cui una madre esorta suo figlio a partecipare al cambiamento e a fare la propria parte stando però attenti alle delusioni.

Ancora Daniele Magro autore di due canzoni in cui si parla di amori finiti, di chi sofferente non riesce ad accettarlo, “Un Pezzo Di Pane”, e di chi consapevole di essere ormai alla fine, si rassegna a chiudere il rapporto, “Smettiamola Subito”.

Ci sono poi canzoni i cui si raccontano i sentimenti, quelli che ti stupiscono e ti lasciano sorpreso per la capacità di abbattere anche le difese più dure come in “L’Amore E’ Sorprendente” (Bungaro, Cesare Chiodo, Fiorella Mannoia), o ancora quelli che dietro un finto amore nascondono solo terribile violenza lasciandoti in un inguaribile sconforto come nel brano “Carillon” (Federica Abbate, Cheope).

Ne “Il Senso” (Giulia Anania, Zibba), ancora un esortazione a trovare il senso nelle cose vivendole in prima persona e toccandole con le proprie mani.

C’è  poi “Resistenza” (Federica Abbate, Cheope), che incita a non arrendersi mai, a non avere mai paura di alzarsi in piedi, perchè anche un passo dopo l’altro o una parola ripetuta diventano resistenza.

Ci sono ancora le storie cantate dell’affascinante “Penelope” in cui Fiorella ritrova la penna del grande Ivano Fossati, e quella di Anna “Anna Siamo Tutti Quanti” (Bungaro, Cesare Chiodo, Rakele), una giovane ragazza scontenta della propria vita, ma che forse ritrova la sua speranza. 

Nella canzone romana “L’Amore Al Potere” (Luca Barbarossa) la riflessione su un mondo dove è l’odio che comanda le persone e dove l’unica rivoluzione possibile è l’amore.

A chiudere l’album la bonus track “Creature”, canzone del giovane cantautore Antonio Carluccio che prende spunto dalla tradizione napoletana del “caffè sospeso”.

Il brano racconta storie partenope di “creature” dal destino segnato, ma che accomunano tutti i giovani esclusi del mondo, che vivono nel degrado ed emarginati dalla società.

DATI ALBUM

“PERSONALE” – TrackList e Cover

01. Il peso del coraggio

Sono questi i vuoti d’aria
Questi vuoti di felicità
Queste assurde convinzioni
Tutte queste distrazioni
A farci perdere

Sono come buchi neri
Questi buchi nei pensieri
Si fa finta di niente
Lo facciamo da sempre
Ci si dimentica

Che ognuno ha la sua parte in questa grande scena
Ognuno ha i suoi diritti
Ognuno ha la sua schiena
Per sopportare il peso di ogni scelta
Il peso di ogni passo
Il peso del coraggio

E ho capito che non sempre il tempo cura le ferite
Che sono sempre meno le persone amiche
Che non esiste resa senza pentimento
Che quello che mi aspetto è solo quello che pretendo
E ho imparato ad accettare che gli affetti tradiscono
Che gli amori anche i più grandi poi finiscono
Che non c’è niente di sbagliato in un perdono
Che se non sbaglio non capisco io chi sono

Sono queste devozioni
Queste manie di superiorità
C’è chi fa ancora la guerra
Chi non conosce vergogna
Chi si dimentica

Che ognuno ha la sua parte in questa grande scena
Che ognuno ha i suoi diritti e ognuno ha la sua schiena
Per sopportare il peso di ogni scelta
Il peso di ogni passo
Il peso del coraggio

E ho capito che non serve il tempo alle ferite
Che sono sempre meno le persone unite
Che non esiste azione senza conseguenza
Chi ha torto e chi ha ragione quando un bambino muore

E allora stiamo ancora zitti perché così ci preferiscono
Tutti zitti come cani che obbediscono
Ci vorrebbe più rispetto
Ci vorrebbe più attenzione
Se si parla della vita
Se parliamo di persone

Siamo il silenzio che resta dopo le parole
Siamo la voce che può arrivare dove vuole
Siamo il confine della nostra libertà
Siamo noi l’umanità
Siamo il diritto di cambiare tutto e di ricominciare
Ricominciare

Ognuno gioca la sua parte in questa grande scena
Ognuno ha i suoi diritti
Ognuno ha la sua schiena
Per sopportare il peso di ogni scelta
Il peso di ogni passo
Il peso del coraggio
Il peso del coraggio

02. Imparare ad essere una donna

A mani nude
A piedi scalzi
Affrontare la vita sul campo
E mai dagli spalti
Senza risparmi
Andando sempre comunque avanti
E niente è mai sicuro
E quando hai più passato che futuro
Sai che imparato dagli altri anche i peggiori sbagli
Per giorni, mesi, anni
Ma ancora mi commuovo
Per un bacio lontano, una foto ricordo
Per la notte che piano ridiventa giorno
Ogni emozione mi attraversa il respiro
E piango di gioia oppure senza motivo
Ci sono giorni in cui vorrei sparire
E altri che la felicità non ha una fine

Ogni emozione mi attraversa il respiro
E rido di gioia oppure senza motivo
Convinta che alla fine tutto torna
Con il peso e la bellezza di imparare
Ad essere una donna

E camminare sui vetri rotti
Di mille scelte sbagliate da bruciare gli occhi
E nonostante i colpi
Non dare peso alle ragione, ai torti
E ancora mi commuovo
Ogni volta che aspetto la primavera
Quando incrocio lo sguardo di una persona vera

Ogni emozione mi attraversa il respiro
E piango di gioia oppure senza motivo
Ci sono giorni in cui vorrei sparire
Altri che la felicità non ha una fine
Ogni emozione mi attraversa il respiro
E rido di gioia oppure senza motivo
Convinta che alla fine tutto torna
Con il peso e la bellezza di imparare
Ad essere una donna

Ogni emozione mi attraversa il respiro
E rido di gioia oppure senza motivo
Convinta che alla fine tutto torna
Con il peso e la bellezza di imparare
Ad essere una donna
Una donna

03. Riparare

Attenzione
Stasera sui tetti di Roma di stelle un milione
Che a guardarle c’è il rischio si avveri ogni mia previsione
Ogni indecisione
Persino una preghiera

Quante cose impariamo da fermi
Ci vuole tempo per capire gli errori
Ho corso troppo in questi anni moderni
Con la speranza che arrivassero i migliori
E mi sbagliavo, ci sbagliavamo
Però non tremo

Pensaci
Prima di andare
Che oltre la finestra c’è un cielo che è da riparare
E copriti che ti si vede troppo il cuore
La strada mia è diversa e non ti posso accompagnare
Però se vuoi ti aspetto
Ti fidi se ti dico che resto
Ti offendi se stasera non esco

E’ un casino
Non so se tornare a dormire o affogare nel vino
Quando il cuore indossa un mantello si fa più sicuro
Ma al tuo manca uno scudo
Oppure una bandiera

Ti prego pensaci
Prima di andare
Che oltre la finestra c’è un sogno che è da riparare
E copriti che ti si vede troppo il cuore
La strada mia è diversa e non ti posso accompagnare però se vuoi ti aspetto
Ti fidi se ti dico che resto
Ti offendi se stasera non esco

Pensaci
E’ ora di andare
Che oltre la finestra c’è una vita da inventare
Ma copriti che ti si vede troppo il cuore
La strada mia è diversa e non ti posso accompagnare
Però lo sai ti aspetto

Mi fido se mi dici che cresci
Mi offendo se stasera non esci
Pensaci
Tu pensaci

04. Smettiamo subito

Con una mano ti scusi
E con l’altra mi accusi
E questo è tipico di te
Da sempre
Mi dici poi sulle scale
Scappare non è la fine
Ma anche così un amore muore
E’ stato niente siamo niente
Lo hai dato sempre per scontato
Viviamo dentro ad un passato
Che non può tornare
Puoi inseguire la mia schiena
E’ colpa mia non è un problema
Ma adesso so qual è la strada e penso la soluzione è una

Smettiamo subito
E’ questo il limite
Parlarne è inutile
Non puoi più fingere con me

Con che coraggio mi dici
Non siamo stati capaci
Ma è la tua fragilità che neghi
E ho ripercorso le strade
Momenti gesti e giornate
Riassunto triste di un amore che
Non è più niente non è niente
Lo hai dato sempre per scontato
E adesso cercati un passato
Che non può tornare
Puoi inseguire la mia schiena
E’ colpa mia non è un problema
Ma adesso so qual è la strada e penso
La soluzione è una

Smettiamo subito
E’ questo il limite
Parlarne è inutile
Non posso fingere con me
Smettiamo subito
E’ questo il limite
Parlarne è inutile
Non puoi più fingere con me
Smettiamo subito
E’ giunto il limite
Parlarne è inutile
Non posso fingere con me

Smettiamo subito
Smettiamo subito
Smettiamo subito
Smettiamo

05. L'Amore è sorprendente

Le mie difese d’acciaio
Si scioglievano al vento
Mi è bastato guardarti
L’amore è così
Cominciai in silenzio
Ora è bello aspettarci
E sentirsi importanti
La gioia è un momento come un filo di seta
Che la vita sospende
Non ci siamo mai chiesti
Cosa è giusto o sbagliato
Ma puoi fidarti di me
Come mi fido di te

E brilliamo di luce che illumina le strade
Inseguiamo le stelle in questo mare di sogni
Anche se nessuno ci crede
Una vita ad imparare e non sappiamo niente
Ma prenditi il mio cuore perchè

L’amore è sorprendente
L’amore è sorprendente

Adesso siamo qui
Schiena contro schiena
L’amore è così infondo
E’ anche questione di fortuna
Riconosco i pensieri
Il rumore dei passi
Li conosco da sempre
Da prima che mi guardassi
Dentro questi ideali
Non ci siamo mai persi
Non ci siamo mai persi

E brilliamo di luce
Che illumina le strade
Inseguiamo le stelle in questo mare di sogni
Anche se nessuno ci crede
Una vita ad imparare e non sappiamo niente
E prenditi il mio cuore perchè

L’amore è sorprendente
L’amore è sorprendente
L’amore è sorprendente
L’amore è sorprendente

Le mie difese d’acciaio
Si scioglievano al vento
L’amore è così
Comincia
In silenzio

06. Il Senso

Non hanno senso queste scarpe
O qualunque cosa ai piedi
Se non riesci a camminare
Per paura di cadere
Le frasi di circostanza
Nessun cielo in nessuna stanza

Non ha senso questa luna
Se non ci sono spettatori
O cortili senza baci
Come una rosa senza spine
E le guide di tutti i posti
Per dove non siamo mai andati

Ma se cercassi un senso
Perchè ci siamo adesso
E se ci guardi bene vedi cosa siamo
E non ha senso neanche amare se non lo diciamo

Abbiamo senso solo io e te
Abbiamo senso solo io e te
Abbiamo senso solo io e te
E non ha senso questa casa se non ci viviamo
Non hanno senso queste mani se non ci tocchiamo
Abbiamo senso solo io e te
Abbiamo senso solo

Non hanno senso le farfalle
Se non ha gli organi vitali
O parlare di diritti se poi non siamo tutti uguali
O di continenti nuovi
Dove non siamo mai sbarcati

Ma se cercassi un senso
Perchè ci siamo adesso
Lo sai ti voglio bene anche se litighiamo
E non ha senso questo amore se non lo facciamo

Abbiamo senso solo io e te
Si, abbiamo senso solo io e te
Abbiamo senso solo io e te
Abbiamo senso solo io e te
E non ha senso questo mare se non ci buttiamo
E non ha senso neanche l’aria se non respiriamo
Abbiamo senso solo io e te
Abbiamo senso solo io e te

Se tutto avesse un senso non staremmo qui a parlare
Se tutto fosse semplice allora lo sapremmo fare
E se tu perdessi il senso allora ti verrei a salvare
Abbiamo senso solo io e te
Io e te

07. Un Pezzo di pane

Una corona di spine
Metterai sulla mia testa
E quando arriva la fine
Aspetteremo seduti
Vicino alla finestra
E ci faremo risate se ancora da ridere resta
Ancora

Mi ha raccontato un romanzo
Quando sai che una parola basta
Ed hai cambiato profumo
Ma sai che una traccia comunque sempre resta
Sono cadute le bombe in soggiorno di casa nostra
Piangerei

Siamo i denti, siamo un pezzo di pane
Siamo stati storia ed ecco il finale
Niente applausi sul sipario che scende
Scende solo la pioggia
Ma non sembra importante
Forse coi ricordi riempi un secchio bucato
Forse qualche cosa ho imparato
Forse e sono sincera
Forse

Una croce d’oro pure sempre una croce resta
E una corona d’alloro per celebrarti indosso cantando le tue gesta
Ed ad un cigno che vola affidato quello che resta
Pregherò
Pregherò

Siamo i denti, siamo un pezzo di pane
Siamo stati e questo è il finale
Niente applausi sul sipario che scende
Scende solo la pioggia
Ma non sembra importante
Forse coi ricordi riempi un secchio bucato
Forse qualche cosa ho imparato
Forse e sono sincera
Forse
Forse
Forse
Forse
Forse

08. Penelope

E non sarò un’artista
Ma una femmina ottimista, si
Non mi piace implorare
Non mi metto in ginocchio
Ma ho una grazia da domandare
Ho una grazia da domandare
Io proprio non lo sapevo
Che l’amore fosse anche veleno
Io proprio non lo vedevo che una barca qualunque lo portava via
Me lo portava via

So curare le rose
Aggiustare le cose, io so
Poi aspetto il tramonto con gli occhi chiusi
Alla distesa del mare e del mondo
Accendo luci e canzoni
Per continuare a sperare
Ecco in altre parole mi potrebbe vedere
Se pensasse di ritornare
Se pensasse di ritornare
Ecco a cosa mi serve
Questo trucco sugli occhi
Il respiro è tranquillo se una bocca lo bacia ma non c’è nessuno che mi tocchi
Qui non c’è nessuno che mi tocchi

E non mi sento sicura
Nelle notti affannate
Però in nome del cielo è solo vento che soffia
E parole presto dimenticate
Qui è la vita ordinaria
Dove tutti hanno un sogno
E se qualcuno lo vuole il tuo sogno
Allora tutto si calma intorno
Allora tutto si calma intorno

E non sarò un’artista
Ma una femmina ottimista, si
Non mi piace implorare
Non mi metto in ginocchio
Ma ho una grazia da domandare
Ho qualcuno da far ritornare
Ho qualcuno da far ritornare

09. Resistenza

Alzati in piedi
Prendi la mia mano
Guardati intorno
Non vedi quanti siamo
Senti la tua voce
Che diventa un coro
Che diventa insieme un grido solo

Sii sempre forte
Vai avanti un altro metro
Adesso che ci siamo non tornare indietro
Non perderti per strada
Ora che è il momento
Ora che è arrivato il nostro tempo

Te l’avevo detto
Te l’ho sempre detto

Non avere paura
Di non avere coraggio
Fai la differenza dentro questo viaggio
E spalancare gli occhi a quel che vedi
E dare sempre spazio ai tuoi pensieri
E dire basta
Perchè ne hai abbastanza
Non lo senti questo vento che si alza
Perchè anche un solo passo fa la differenza
E uno dopo l’altro diventa resistenza
Diventa resistenza

Alzati in piedi
Guarda più lontano
Fino a dove vedi in fondo il cielo è chiaro
Oltre a questo mare
Oltre la tempesta
Le ferite aperte, la tristezza
Stringimi forte
Dentro ad un sorriso
Non diamo importanza a chi ci ha diviso
Tendi la tua mano
Non darti per vinto
Tutto può cambiare se ne sei convinto

Te l’avevo detto
Te l’ho sempre detto

Non avere paura
Non avere coraggio
Fai la differenza dentro questo viaggio
E spalancare gli occhi a quel che vedi
E dare sempre spazio ai tuoi pensieri
E dire basta
Perchè ne hai abbastanza
Non lo senti questo vento che si alza
Perchè anche un solo passo fa la differenza
E uno dopo l’altro diventa resistenza
Anche una parola sola
Diventa resistenza
Quando la ripeti ancora
Diventa resistenza
Anche una parola sola
Diventa resistenza
Diventa resistenza
Diventa resistenza

10. Anna siamo tutti quanti

Abbiamo imparato a vivere veloce
Senza guardare indietro
E trattenuto le lacrime in gola
Prima di ogni partenza
Ci siamo alzati in piedi in prima fila
Davanti all’emozione
E se abbiamo sbagliato
E’ perchè siamo umani
Perchè siamo persone
E poi c’è sempre qualcuno
Che tradisce il suo cuore
E c’è ancora qualcuno che con coraggio difende l’amore
E poi c’è Anna che non crede più a niente
Non è la vita che avrebbe voluto
E non è facile sentirsi vivi
Davanti alle difficoltà
Perchè sentirsi soli a vent’anni
Dopo vent’anni di sogni
E’ come uccidere la verità
E’ come uccidere un’identità

Abbiamo tremato di notte in silenzio
Come alberi spogli
E inventato cieli sui soffitti
Proiettando ricordi
Siamo rimasti chiusi in una stanza
Senza nessuna passione
E poi ci siamo salvati dentro gli occhi fedeli
Dei nostri animali
E c’è sempre qualcuno che sembra più felice di te
E poi c’è ancora qualcuno che con la gioia cura il dolore
E poi c’è Anna che vorrebbe gridare
Non è la vita che avrebbe voluto
Che non esiste un equilibrio perfetto
Dopo un dolore taciuto
Perchè sentirsi persi a vent’anni
Dopo vent’anni di sogni
E’ come uccidere la verità
E’ come uccidere la libertà

E poi c’è sempre qualcuno
Che ti vuole bene davvero
E c’è sempre qualcuno
Siamo la vita degli altri
Siamo la vita di ognuno
Che forse Anna siamo tutti quanti
Con gli occhi pieni di sogni
Ad aspettare che il mondo ci ascolti
Per non sentirci distanti
Anna poteva solamente gridare
E invece adesso vive davvero
Con la sua forza e la sua identità
Con il coraggio e la sua libertà

11. Carillon

Ti guardi allo specchio
E non riconosci il tuo volto
Vedi soltanto quello che ti hanno tolto
E non riesci più a lavare via
Quei segni che hai incisi sul corpo
A togliere tutto lo sporco che ti senti addosso
Ma poi ogni volta ti prenderai la colpa

E come in un carillon che non suona più
La tua vita è ferma e non gira
Non ricordi più quello che eri tu
Prima
Non pensare che chi ti fa del male
Ti ama perchè l’amore non è così
Perchè l’amore non è così

E non hai più la forza
E pensi che non ci sia via d’uscita
Che tanto ormai è andata storta
Questa vita
E abiti questo silenzio
Perchè fuori più niente è permesso
E provi a nascondere a stento
Il dolore che hai dentro
Ma poi ogni volta
Gli riaprirai la porta

E come in un carillon che non suona più
La tua vita è ferma e non gira
Non ricordi più quello che eri tu
Prima
Non pensare che chi ti fa del male
Ti ama perchè l’amore non è così
Perchè l’amore non è così
Perchè l’amore non è così
Così, non è così
Perchè l’amore non è così
Perchè l’amore non è così
Perchè l’amore non è così
Perchè l’amore non è così

12. L’Amore al potere

Con sordo che ogni lacrima che ho pianto
Me ce compro er cielo e pure er vento
Con seme pe ogni volta che ho sofferto
Ce poi fa cresce, il grano nel deserto

Se le ingiustizie fossero candele
La terra brucerebbe più der sole
Si voi lavà co l’acqua le ferite
Nun ta basterebbe tutto il mare
L’amore non c’ha mai la maggioranza
E l’odio che comanna le persone
E noi che nun perdemo la speranza
Con le carezze famo opposizione

L’amore non è mai stato al potere
Ce pensi a quello che potrebbe fa
Vorrei campà mill’anni per vedere
Se chi nun c’ha mai voce ce l’avrà

La storia non c’ha mai insegnato niente
Le magagne son le stesse del passato
La storia nun la scrive mai la gente
Cor sangue un libro nun s’è mai sporcato

Se li fucili fossero aquiloni
Non ci sarebbe spazio più nel cielo
Ma li baci fossero canzoni
L’orchestro mo sarebbe il mondo intero
L’amore non ha mai contato niente
Che il mondo c’ha paura de cambia
Lui starebbe dalla parte della gente
E aiuterebbe chi nun gliela fa

L’amore non c’ha mai la maggioranza
E l’odio che governa le persone
E noi che nun perdemo la speranza
Ogni carezza è una rivoluzione

E noi che nun perdemo la speranza
Ogni carezza è una rivoluzione
E noi che nun perdemo la speranza
Ogni carezza è una rivoluzione

Personale - Fiorella Mannoia (Cover)

Label: Sony Music Italy

Released: 29 marzoo 2019

Prodotto da: Carlo di Francesco

Registrato da: Carlo Di Francesco presso Farafina Studio, Baraban Studio, Castadiva Recording Studio, Divi Studio, Simone Bertolotti presso White Studio, Carlo Colugnati presso Forum Music Village, Dario Caglioni presso Cambio Musica

Mixato da: Renato Cantele presso Morning Studio, ad eccezione de “L’Amore al Potere” e “Creature”, Mixati da Carlo Di Francesco

Masterizzato da: Pietro Caramelli presso Energy Mastering Studio

Foto: Fiorella Mannoia e Francesco Scipioni

Progetto grafico: Paolo De Francesco – MoltiMedia.it

Scrivi

La tua email non sarà pubblicata

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Translate »