Marco Mengoni: la storia continua con il video di “Solo Due Satelliti”

Marco Mengoni: la storia continua con il video di “Solo Due Satelliti”

E’ arrivato online il video di “Solo Due Satelliti”, il nuovo singolo di Marco Mengoni, da oggi in tutte le radio.

Scritto e musicato da Giuliano Sangiorgi, il brano è il terso estratto dall’album di successo “Le Cose Che Non Ho”, certificato triplo disco di Platino con oltre 150.000 copie vendute.

Nel video ufficiale di “Solo Due Satelliti”, diretto da Antonio Usbergo, Niccolò Celaia & Michael Schermi, la storia continua da dove l’avevamo lasciata, nel video precedente di “Parole In Circolo”, ed esattamente dalla festa in cui lo stesso Marco aveva preso parte, presso una location a lui sconosciuta.

L’artista alle prese con una serie di pericoli, si ritroverà, sul finale, nuovamente a terra e privo di sensi, come abbiamo visto nel primo video di Ti Ho Voluto Bene Veramente”.

La clip in fine, rivela anche l’esatto ordine per la giusta interpretazine di questo ingegnoso mini-film che impreziosisce ogni parola e nota di  questi tre meravigliosi brani.

“Solo Due Satelliti” – Testo (Lyrics)

In quale parte del corpo
ci potremmo incontrare
senza andare lontano
per poterci sfiorare?

Ti ho annusato le mani
e ho sentito che mi ami.
Ti ho baciato sugli occhi
ed ora mi riconosci.

Come quando avevo voglia di incontrarti anche per sbaglio
per le strade di un paese che neanche conoscevo:
mi perdevo ed ero certo che ogni volta tanto poi, ti ritrovavo.
Come quella notte in cui mi hai detto: “Voglio andare via!”
ho sbattuto questa porta ed ora basta e così sia.
Un istante dopo ti eri persa e per le strade già io ti cercavo.

Non c’è posto in cui può smettere questo nostro folle amore.

In quale parte del mondo
ci potremmo lasciare
per andare lontano
senza mai più tornare?

Ti ho lasciato le mani
per scordarmi il domani
e ti ho perso negli occhi
mentre già mi mancavi.

Come quando avevo voglia di incontrarti anche per sbaglio
per le strade di un paese che neanche conoscevo:
mi perdevo ed ero certo che ogni volta tanto poi, ti ritrovavo.
Come quella notte in cui mi hai detto: “Voglio andare via!”
ed ho chiuso gli occhi con la testa bassa e così sia.
Un istante dopo ti eri persa e per le strade già io ti cercavo.

Non c’è posto in cui può smettere questo nostro pazzo amore.
Non c’è posto poi per l’ombra dove batta forte il sole.
Siamo solo due satelliti che si crederanno liberi
su quest’orbita si gira senza mai uscirne fuori.

E come in quella notte in cui mi hai detto: “Voglio andare via!”
ho sbattuto questa porta ed ora basta, e così sia.
Un istante dopo ti eri persa e per le strade già io ti cercavo.
Non c’è posto in cui può smettere questo nostro folle amore.
Non c’è posto poi per l’ombra dove batta forte il sole.
Siamo solo due satelliti
che si crederanno liberi.
Su quest’orbita si gira
senza mai uscirne fuori
fuori.

Tutte le date del #MENGONILIVE2016.

Circa l'autore

Tony Musicali

Musicante a metà. Sono nato sulla Terra in Italia ma, adesso vivo sulla Luna. In compagnia della mia radio, osservo, ascolto e seguo tutto quello che accade nel mondo della Musica. Quelli che vivono di questa meravigliosa arte, sono davvero tanti e seguirli tutti è davvero un’ardua impresa. A chiunque canti o suoni, a chiunque abbia inciso un nuovo disco o realizzato un video, sappi che appena possibile, parlerò anche di te! Parola di Tony Musicali

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

FIORELLA MANNOIA

Padroni Di Niente - Fiorella Mannoia (Cover)

PADRONI DI NIENTE

TICKET FOR LIVE

ALBUM IN USCITA

CLASSIFICA TOP ALBUM

Translate »
Share This